Requisiti Professionali

Quali sono i requisiti da possedere per diventare Assistente alla Comunicazione?

In mancanza di un riferimento legislativo, ci affidiamo alla risposta del Dipartimento S.E.U. (Scuola, Educazione, Università), istituito dall’Ente Nazionale Sordi col fine principale di far conoscere al mondo scolastico i bisogni educativi speciali del discente sordo.

Il Dipartimento S.E.U. in merito alle riflessioni emerse da alcuni corsi pilota già avviati in diverse città italiane e dalle esperienze nella gestione del servizio maturate in questi ultimi anni sostiene che i requisiti sono:

Per Assistente alla Comunicazione Sordo:

  • deve conoscere benissimo la Lingua dei segni italiana
  • deve aver frequentato un corso di formazione
  • deve avere un titolo di studio adeguato: che abbia almeno un diploma di maturità. Ci teniamo a precisare, che tale indicazione è un consiglio, non un obbligo, non un appiglio, in quanto non esiste alcuna legge che lo obblighi.
    Più alto è il titolo di studio e più esperienza si ha nel campo ben vengano.

Per Assistente alla Comunicazione udente:

  • deve essere figlio di sordo segnante (la sua competenza deve essere valutata mediante un esame)
  • oppure aver frequentato un corso di Lingua dei segni di almeno 400 ore
  • aver frequentato un corso di formazione
  • frequentare regolarmente la comunità dei sordi
  • avere un titolo di studio adeguato: si consiglia, come minimo, un diploma di maturità . Si consiglia di farsi seguire anche delle numerose cooperative esperte sulla sordità poresenti in molte province.
Per i corsi di formazione per Assistenti alla Comunicazione udenti e sordi, potete consultare i seguenti siti.
  • grupposilis.it
  • issr.it