«

»

Ago08

Il Museo dei Ferri Taglienti di Scarperia (FI) inserisce la LIS nei video guida.

Nei mesi di Aprile e Maggio 2014 l’amministrazione comunale di Scarperia e San Piero (FI) ha promosso un progetto di riallestimento e rinnovamento del Museo dei Ferri Taglienti di Scarperia, articolato in vari interventi che hanno riguardato il contenitore ed il suo contenuto, al fine di rendere gli allestimenti più attuali e maggiormente rispondenti alle necessità di un pubblico sempre più ampio, cosmopolita, vario ed esigente.

La società cooperativa RES Archeologia, vincitrice dell’appalto, oltre a curare il riallestimento delle sale, ha realizzato alcune applicazioni informatiche per creare dei contenuti digitali innovativi che arricchissero l’esperienza di visita e rinnovassero le modalità di fruizione e comunicazione all’interno del museo.

Oltre alla predisposizione di un sistema di QR code per fornire contenuti aggiuntivi e le traduzioni delle didascalie delle vetrine, e alla creazione di una postazione per gli studiosi per consultare il materiale informativo del museo e fare ricerca, è stata creata una video-guida, accessibile attraverso uno schermo touch screen collocato vicino all’ingresso e studiata per introdurre il visitatore all’esperienza di visita grazie ad un’interfaccia user friendly che illustra i contenuti in cinque lingue nonchè in LIS, lingua dei segni italiana.

Sono poi stati realizzati dei giochi interattivi, anch’essi fruibili su pc desktop e schermi touch screen, uno rivolto specificatamente ai bambini, per aiutarli a comprendere il mestiere del coltellinaio in maniera divertente, l’altro per ricostruire in maniera virtuale i coltelli di Scarperia, il coltello a lama fissa ed il tipico coltello a serramanico locale, detto zuava, andando ad integrare la ricostruzione pratica e manuale proposta dal museo presso l’area tattile.

Per la realizzazione dei giochi è stato utilizzato il software open source di computer grafica Blender (v. 2.70), dapprima per creare le ambientazioni e modellare le diverse parti dei coltelli e poi per permettere all’utente di interagire con esse sfruttando il motore Game Engine del software e creando quindi un gioco interattivo e virtuale che permettesse di unire i diversi pezzi e vedere il ricomporsi graduale dei manufatti attraverso una serie di animazioni.

Il museo, con i suoi nuovi contenuti digitali ed innovativi, è aperto con l’orario estivo dal mercoledì al venerdì ore 15:30 – 19:30 e sabato, domenica e festivi ore 10:00 – 13:00 e 15:30 – 19:30.

0Shares